Benevento in Serie A, Mastella: “E’ il riscatto della nostra terra”

0
Benevento

Benevento raggiunge la massima serie calcistica in nazionale, Mastella: “è questa un’importante occasione per far conoscere i nostri tesori nascosti”

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha rilasciato la seguente dichiarazione al termine della partita Benevento-Carpi:

“Quello di stasera è un risultato insperato nella sua straordinarietà: siamo in Serie A. Per me e per tutti i miei concittadini è un sogno che finalmente si avvera. In questo momento di grande ed inspiegabile emozione non posso che ringraziare il principale artefice del miracolo calcistico che è stato compiuto: il presidente Oreste Vigorito.

E con lui il tecnico Marco Baroni, che ha saputo guidare la squadra con saggezza e compostezza anche nella fase più delicata del campionato. Un grazie ai tifosi, che fino alla fine hanno accompagnato la squadra, girando lo Stivale, e che dalla prima all’ultima partita sono stati il dodicesimo uomo in campo.

Ma soprattutto grazie a tutti i calciatori della rosa perché, in qualche misura, ognuno, anche chi ha giocato meno, ha contributo al raggiungimento dello storico traguardo.

Questa promozione rappresenta un ulteriore ed importante momento di crescita per la città. È il riscatto della nostra terra, una rivincita per Benevento e per la società che, dopo 87 anni, sarà finalmente proiettata nella massima serie calcistica nazionale.

Si accendono ora i riflettori sul Sannio che, conseguentemente, potrà dunque beneficiare anche di una maggiore visibilità mediatica: è questa un’importante occasione per far conoscere i nostri tesori nascosti, le nostre eccellenze e il nostro straordinario patrimonio storico, artistico e monumentale, incrementando il turismo e concorrendo alla crescita del Pil”.

Questa è la notte dei desideri: inizia una nuova fase per la nostra città grazie all’impresa compiuta dal Benevento. Un ringraziamento che Mastella ha rivolto al presidente del club sannita Oreste Vigorito, all’allenatore Marco Baroni, alla squadra e a chi l’ha sempre sostenuta.