Lia Cigarini: la storia del femminismo italiano all’Unisannio

0

Unisannio e Mediterraneo Sociale presentano senza Potere – Dialogo con Lia Cigarini della Libreria delle donne di Milano. Domani 12 maggio 2017 nella Sala Letture Dipartimento DEMM.

Domani 12 maggio, alle ore 17, l’Università del Sannio, nella Sala delle Letture del Dipartimento DEMM in piazza Arechi II, ospiterà Lia Cigarini, della Libreria delle donne di Milano, intervistata da Salvatore Esposito della rete Mediterraneo Sociale.

Il saluto introduttivo è affidato al prof. Giuseppe Marotta, direttore del Dipartimento DEMM.

Nata nel 1937 a Milano, dove svolge l’attività di avvocata in parallelo al lavoro di giurista, Lia Cigarini è stata una delle protagoniste del femminismo italiano. Ha abbandonato la politica nell’ambito della sinistra (Pci, “il manifesto”, Udi) per entrare a far parte, nel 1966, del primo gruppo in Italia di sole donne, il “Demau” (Demifisticazione Autoritarismo Patriarcale).

Nel 1975 ha fondato, insieme ad altre, la Libreria delle donne di Milano. Si è impegnata, tra l’altro, nello studio di quella pratica psicoanalitica definita “autocoscienza femminile” e della dialettica conflittualità-relazione mediatrice tra i due sessi.

Attualmente fa parte del Gruppo Lavoro della Libreria delle donne di Milano, luogo storico della pratica di relazione. La libreria in Via Pietro Calvi 29 a Milano è una realtà politica composita e in movimento.

È autrice di pubblicazioni in proprio e di una rivista trimestrale (Via Dogana), organizza riunioni, discussioni politiche, proiezione di film, gestisce un sito WEB, possiede un fondo di testi esauriti e introvabili, ed è centro di incontro per moltissime donne e anche uomini.