Arco di Traiano, siamo tutti colpevoli



0
benevento

Un’azione ignobile contro l’arco simbolo di Benevento. La mano è quella di un vandalo ma la colpa è dell’intera città

La tranquilla realtà beneventana è stata scossa dalla notizia dell’aggressione a danno di uno dei suoi simboli: l’Arco di Traiano.

In un sabato sera mite, nel centro cittadino gremito di passanti, qualche stolto ha offeso la maestosità del simbolo di Benevento decidendo di entrare nella storia; si, la peggiore di questa città!

Una macchia blu, forse inchiostro o pittura ma poco importa, ha fatto la sua comparsa sui candidi marmi dell’arco trionfale di epoca romana meglio conservato al mondo. Un vero e proprio pugno nello stomaco!

Tutti noi, leggendo queste parole, stiamo immaginando l’imponente “signore di Benevento” umiliato da un’azione così inspiegabile quanto grave.

arco di traianoSe sabato scorso abbiamo sgranato gli occhi nel leggere della decapitazione di una delle statue dell’Hortus di Paladino – per poi scoprire che le cause erano stata l’incuria ed il freddo – oggi possiamo affermare che è una domenica triste per ogni beneventano.

Quella macchia blu è comparsa sulla pelle di tutti noi, come un livido!

Quando un folle decide di ferire un monumento, di offenderne il valore storico e culturale, allora una domanda è d’obbligo: come è stato possibile tutto questo?

La colpa è da attribuire solo ai vandali?

Un dito va puntato contro la politica ed un altro contro i beneventani.

La politica è colpevole di non aver mai studiato un vero e proprio programma di valorizzazione e di tutela dei monumenti che costituiscono il nostro patrimonio più importante.

E no, non è colpa solo di questa attuale amministrazione ma di tutte quelle che si sono alternate in questi anni!

Mai nessun amministratore si è battuto per ipotizzare una reale azione di vigilanza e tutela dei nostri monumenti; mai nessun consiglio comunale ha promosso un progetto di valorizzazione del nostro patrimonio culturale; mai nessuno delle maggioranze e delle opposizioni ha compreso la ricchezza che queste opere d’arte rappresentano?

Ed ora, signori beneventani, questa è la nostra sentenza: SIAMO TUTTI COLPEVOLI DI IGNORANZA E DI DISAMORE!

Se la politica fa poco o niente, noi cittadini non siamo da meno.

Siamo così abituati ad avere tanta bellezza a nostra disposizione che alcuni di noi sono diventati ciechi dinanzi a questo immenso patrimonio storico-culturale.

Quanti di noi sarebbero capaci di spiegare le grazie di Benevento? Quanti di noi conoscono la sua storia? Quanti di noi rispettano la nostra città?

Forse non è un caso che per arrivare all’Arco di Traiano bisogna percorrere Via Traiano, ormai simbolo della decadenza della nostra cittadina.

Ed allora, cari concittadini, non aspettiamo l’azione del solito idiota di turno per ricordarci di quel monumento o di quell’angolo di Benevento; diventiamo noi stessi i guardiani della nostra città!

Riscopriamo i nostri tesori, studiamo la nostra storia, insegnano ai nostri figli ad amare la città ed allora quella macchia blu su quel marmo romano sbiadirà come l’ignoranza che l’ha cagionata.

 

Leggi anche