Festa Madonna delle Grazie, Altrabenevento afferma: “Mastella sostiene, a chiacchiere, di aver modificato l’organizzazione”



0
altrabenevento-mastella-Gabriele Corona

Altrabenevento, mediante la seguente nota stampa, afferma: Mastella sostiene, a chiacchiere, di aver modificato l’organizzazione della Festa della Madonna delle Grazie.

Quest’anno la festa della Madonna delle Grazie è caratterizzata da polemiche e minacce di denunce reciproche tra ambulanti e amministratori comunali, perché il sindaco Mastella, all’ultimo momento, ha vietato il montaggio delle bancarelle su un lato di via Posillipo e Corso Dante. Gli ambulanti sostengono di aver concordato con la società incaricata dal Comune, l’occupazione dello stesso posto assegnato negli anni precedenti, l’assessore al Commercio, Ambrosone, responsabile della festa, non smentisce ma invoca la lotta all’abusivismo. Però non spiega qual è la società incaricata di gestire i rapporti con gli ambulanti e da chi è stata autorizzata.

Mastella, invece, utilizzando il suo proverbiale linguaggio istituzionale, utilizzando il profilo facebook risponde così alle critiche: “Agli speculatori, agli idioti di professione, ai messi male voglio dire che io applico la circolare del capo della polizia che obbliga ad alcune misure di sicurezza senza le quali non è più possibile fare manifestazioni pubbliche”. Quella circolare del Capo della Polizia, Franco Gabrielli, per la sicurezza in tutte le manifestazioni con notevole afflusso di persone, è del 7 giugno. Mastella la conosceva già l’8 giugno, quando insieme al Prefetto e al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, negava il montaggio del mega schermo in piazza Risorgimento. Evidentemente poi l’ha dimenticata, nonostante le nostre insistenti “memorie” dal 16 giugno.

Poi, improvvisamente il 30 giugno, quando gli allestimenti della festa, bancarelle comprese, erano completati, il sindaco firma l’ordinanza n. 71 (allegata) con la quale modifica l’area interessata. Incredibilmente, però, nell’atto non c’è alcun riferimento alla Circolare del Capo della Polizia, contrariamente a quanto il sindaco sostiene a mezzo stampa.

Nel documento Mastella ricorda che con la sua Ordinanza n. 63 del 23 giugno 2017, aveva stabilito che l’area della festa della Madonna delle Grazie era la stessa degli anni precedenti, ma poi aggiunge: “Rilevato che in occasione della festa tenutasi nell’anno decorso si è constatato che nelle aree individuate in via Posillipo e corso Dante il cospicuo flusso di persone il contemporaneo allestimento di banchi di vendita su entrambi i lati delle predette strade costituisce pericolo per la pubblica incolumità in quanto impedisce il rapido deflusso delle persone in caso di necessità e comunque ostacola l’agevole passaggio di mezzi di soccorso”.
Solo per questo motivo e senza alcun richiamo alla circolare Gabrielli, vieta l’installazione delle bancarelle su un lato di via Posillipo e in Corso Dante!!

Dunque, Mastella, il 23 giugno 2017 conferma il montaggio delle bancarelle negli spazi solitamente occupati negli anni passati, ma poi il 30 giugno, cioè dopo 7 (sette) giorni, si ricorda che “nell’anno decorso” c’erano stati problemi di ristrettezza di spazi.
Perché il sindaco non fa riferimento alla circolare del Capo della Polizia del 7 giugno? Non sarebbe stata una giustificazione ovvia?
Anche il Questore ha emesso una sua ordinanza per la festa in corso, richiamando le prescrizioni della Commissione pubblici spettacoli per le vie di fuga e i corridoi per i mezzi di soccorso, che non pare sia stati istituiti, e confermando i divieti imposti dal sindaco, che però in buona parte non sono rispettati. Infatti in via Posillipo le bancarelle sono state posizionate su ambo i lati, proprio nell’area super affollata per vedere i fuochi d’artificio.

Sono cambiate le disposizioni del Sindaco e del Questore oppure qualcuno, ad esempio la misteriosa società incaricata dal Comune di assegnare gli spazi, ha deciso diversamente?

Leggi anche