Benevento, a Caserta termina in parità



0
Benevento

Casertana – Benevento 0-0. Derby dai due volti al “Pinto”, con gli stregoni maggiormente pericolosi nella ripresa. Di Campagnacci ed Eusepi le occasioni che avrebbero potuto permettere di vincere

Casertana (4-3-3): Fumagalli; Idda, Rainone, Mattera, Bianco; Mancosu, Rajcic (16 pt De Liguori), Marano (36′ st De Marco); Cunzi, Cissé, Mancino (26′ st Caccavallo). A disp.: D’Agostino, D’Alterio, Tito, Diakite. All. Campilongo

Benevento (4-4-2): Pane; Celjak, Lucioni, Scognamiglio, Pezzi; Alfageme, Vitiello, D’Agostino, Campagnacci; Eusepi, Marotta (24′ st Mazzeo). A disp.: Piscitelli, D’Angelo, Porcaro, Doninelli, Allegretti, Kanoutè. All. Brini

Arbitro: Marini di Roma 1. Assistenti:  Rossi di La Spezia e Cecconi di Empoli

Note: Ammoniti Scognamiglio, Alfageme. Angoli 2-4. Recupero: 1’pt, 3’st

Al “Pinto” Casertana e Benevento si dividono la posta in palio, con il risultato che non si è schiodato dallo 0-0 iniziale. Partono subito forte i padroni di casa, con Mancosu che al 2′ chiama all’intervento Pane, lesto a respingere la conclusione. Al 6′ falchetti nuovamente pericolosi, con Cissé che dalla lunga distanza colpisce la traversa. Al 16′ mister Campilongo è costretto a sostituire l’infortunato Rajcic, con De Liguori che fa il suo esordio in maglia rossoblu. La gara non regala poi particolari emozioni fino al 42′, con il Benevento che si fa vedere per la prima volta dalle parti di Fumagalli. Rainone svirgola la sfera, la quale è preda di Campagnacci che la serve in mezzo, con la conclusione a botta sicura di Alfageme ribattuta dalla difesa.

I settecento tifosi del Benevento presenti al "Pinto"
I settecento tifosi del Benevento presenti al “Pinto”. Foto Mai stati lì

Nella ripresa i giallorossi sono sin da subito più propositivi e al 2′ ci prova Campagnacci, il cui tiro non crea problemi a Fumagalli. Passa un solo minuto e arriva la pronta risposta della Casertana con Cunzi. La sua rovesciata termina fuori. Al 7′ i giallorossi ci provano con una conclusione di Eusepi neutralizzata anche in questo caso da Fumagalli. L’estremo difensore rossoblu è chiamato a compiere un più difficile intervento al 23′ quando riesce a toccare di quanto basta la sfera per indirizzarla sul palo in seguito alla conclusione di Campagnacci. L’occasione fallita non demoralizza il Benevento che continua a restare nella metà campo rossoblu. Al 35′ D’Agostino calcia verso il centro dell’area una punizione, Lucioni fa da sponda per Eusepi che cicca clamorosamente l’impatto con la sfera. Il capocannoniere del girone prova a rifarsi due minuti più tardi, ma questa volta a negare ai giallorossi la rete del vantaggio è Fumagalli, che riesce a deviare in angolo la conclusione angolata sotto la traversa del bomber sannita. Nei restanti minuti non accade più nulla con le due squadre che si dividono la posta in palio. In casa sannita il pizzico di rammarico è legato al fatto che soprattutto nella ripresa, con la Casertana che ha abbassato il proprio ritmo, si poteva osare di più e in tal caso la vittoria non sarebbe sfuggita.

Leggi anche