Benevento, conservata l’imbattibilità



0
Benevento
Benevento, conservata l'imbattibilità

Akragas – Benevento 1-1. Botta e risposta all’Esseneto, Angiulli risponde sul finire della prima frazione a Zibert, che aveva portato in vantaggio i padroni di casa al 39′. Stregoni imbattuti nel 2016

Dopo l’aritmetica promozione di una settimana fa, il Benevento centra anche l’obiettivo, se così lo si vuol definire, di conservare l’imbattibilità nel 2016. All’Esseneto infatti Akragas e Benevento non si sono fatte del male dividendosi la posta in palio sull’1-1. Contro i siciliani mister Auteri ha schierato il suo undici con la novità tattica rappresentata dal 3-5-2. Davanti a Piscitelli a formare il trio difensivo hanno agito Padella, Lucioni e Mucciante. A centrocampo, Troiani e Mazzarani sugli esterni con De Falco, Vitiello e Angiulli al centro. A formare la coppia d’attacco sono stati Mazzeo e Marotta. Proprio quest’ultimo nei primi dodici minuti di gara ha avuto sui piedi tre ghiotte occasioni da rete, ma in due circostanze a negargli la gioia della rete è stato Maurantonio, l’estremo difensore locale.

Benevento
Benevento, conservata l’imbattibilità

L’ex pipelet della Virtus Lanciano al 34′ è stato nuovamente provvidenziale e anche questa volta su Marotta, servito magistralmente da Mazzeo. Dopo cinque giri di lancetta i padroni di casa con una punizione ben calciata da Zibert si sono portati in vantaggio, con Piscitelli che nulla ha potuto. A ristabilire subito la parità ci ha pensato subito Angiulli che al 44′ ritrovatosi dinanzi a Maurantonio non ha esitato per superarlo.

Nella ripresa al 9′ gli stregoni vanno vicinissimi anche alla seconda rete. De Falco calcia una punizione dalla destra e al centro dell’area lo stacco di testa di Lucioni è di quelli importanti, ma a salvare Maurantonio è la traversa. Due minuti più tardi è invece Madonia ad andare vicino al gol, ma per fortuna del Benevento la conclusione dell’attaccante biancoazzurro è terminata di un soffio fuori. Nella successiva mezzora di gara le due squadre sembrano non disdegnare il pareggio, anche se non mancano azioni offensive da entrambe le parti. Tra i sanniti da annotare al 35′ anche gli ingressi in campo di Del Pinto e Melara, subentrati rispettivamente a Vitiello e Mazzeo. Gli stregoni si congedano dalla Lega Pro con un pareggio, che permette quindi di conservare l’imbattibilità nell’anno solare. Un fattore che legittima ulteriormente, qualora ce ne fosse bisogno, il grande campionato disputato da Lucioni e compagni.

Akragas – Benevento 1-1

Akragas (4-3-3): Maurantonio; Capuano, Marino (46′ Cazè da Silva), Muscat, Grea; Zibert, Vicente, Salandria; Madonia (69′ Cristaldi), Di Piazza, Leonetti (58′ Di Grazia); A disposizione: Vono, Mauri, Cappello, Roghi, Fiore, Aloi, Lo Monaco. Allenatore: Pino Rigoli

Benevento (3-5-2): Piscitelli; Mucciante, Lucioni, Padella; Mazzarani, Angiulli, Vitiello (80′ Del Pinto), De Falco, Troiani; Mazzeo (80′ Melara), Marotta; A disposizione: Gori, Campagnacci, Ciciretti, Mattera, Pezzi. Allenatore: Gaetano Auteri

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido (Rabotti di Roma 2 – Dell’Università di Aprilia)

Marcatori: 39′ Zibert, 44′ Angiulli

Note: pomeriggio primaverile. Ammonito: Mazzarani (B). Recupero: 1’pt, 3’st

 

 

 

Leggi anche