Benevento, Mazzeo e Lucioni liquidano la Paganese

0
Paganese

Benevento – Paganese 2-0. Le reti di Mazzeo e Lucioni nel primo tempo bastano ai giallorossi per superare la compagine di mister Sottil. Nel finale di gara il rientro di Doninelli

BENEVENTO (4-4-2): Pane; Celjak ( 68’ Pezzi), Lucioni, Scognamiglio, Som; Alfageme ( 78’ Padella), Vitiello, D’Agostino, Campagnacci; Eusepi (86’ Doninelli), Mazzeo. A disp.: Piscitelli, Padella, Allegretti, Kanoutè, Marotta. All.: Fabio Brini

PAGANESE (4-3-1-2): Casadei; Tartaglia (46’ Russini), Perna, Moracci, Djibo; Donida, Malaccari, Vinci; Deli (75’ Biasci); Girardi, Aurelio (62’ Longo). A disp.: Novelli, Coulibaly, Galoppo, Franco. All.: Andrea Sottil

Arbitro: Alessandro Caso di Verona

Assistenti: Mauro Galetto di Rovigo e Giovanni Baccini di Conegliano

Marcatori: 32′ Mazzeo, 42′ Lucioni

Note: serata primaverile. Ammoniti: (P) Aurelio (P) Deli (P) Vitiello (B) D’Agostino (B), Biasci (P). Angoli: 9-4. I tifosi della Curva Sud espongono durante la seconda frazione il seguente striscione: “Ristorò: Accertare le responsabilità, poi colpire senza pietà”. Recupero: 0’pt, 4’st. Spettatori: 3157 di cui 1770 abbonatiPaganesePaganese

Un Benevento per lunghi tratti eccessivamente bello supera per 2-0 la Paganese e in attesa della gara della Salernitana si porta in vetta alla classifica con sessantotto punti. Partono subito con il piede sull’acceleratore gli stregoni che al 1′ si fanno vedere dalle parti di Casadei con Mazzeo. Eusepi fa da sponda con il petto per l’ex Frosinone, la cui conclusione di prima intenzione termina fuori. Al 9′ giunge la risposta degli ospiti con una punizione calciata dal limite dell’area da Moracci che termina alta e concessa per un fallo di Scognamiglio su Aurelio. Al 12′ il Benevento sciupa una buona occasione per portarsi in vantaggio. D’Agostino serve la sfera in verticale per Alfageme che di rapina si inserisce nel cuore dell’area e prova a sorprendere Casadei con la testa, ma l’impatto non è dei migliori e la sfera viene allontanata in corner da Djibo. Al 26′ i giallorossi si rendono nuovamente pericolosi e questa volta lo fanno con Eusepi. Il numero nove sannita raccoglie l’assist di Mazzeo e prova a sorprendere Casadei con un diagonale che termina di un soffio sul fondo. Il vantaggio è nell’aria e si materializza sei minuti più tardi. Eusepi dalla metà campo serve in profondità Mazzeo, con quest’ultimo lesto a liberarsi anche di Casadei e a spedire il pallone in fondo alla rete. Dopo tre minuti si segnala una timida reazione degli ospiti con Aurelio, il cui tiro è bloccato senza problemi da Pane. Sul capovolgimento di fronte, Alfageme dalla destra crossa verso il centro dell’area e Mazzeo prova la conclusione al volo che termina alta. I giallorossi giocano con estrema disinvoltura e al 42′ arriva la rete del raddoppio. L’azione che porta al gol così come la precedente parte dai piedi di Eusepi che attende l’attimo giusto per servire la sfera all’accorrente Lucioni, il cui tiro non lascia scampo a Casadei. Per il difensore umbro giunge così la prima rete in campionato e la seconda nell’arco della stagione, essendo andato a segno nel match contro la Casertana in Coppa Italia. Paganese

Nella ripresa il copione non cambia e il Benevento al 51′ va vicino alla terza rete. Eusepi pesca in profondità Campagnacci che dopo una serie di dribbling spedisce la sfera alta. Al 64′ pericolo per la retroguardia di casa, con Vitiello che sbaglia un retropassaggio e il pallone termina sui piedi di Russini, ma al momento di concludere viene anticipato neiPaganese migliori dei modi da Celjak. Gli azzurrostellati ci riprovano all’81’ con Russini che prova a farsi perdonare l’errore precedente provando a sorprendere Pane con un tiro cross dalla destra, con l’estremo difensore giallorosso che riesce a deviare la sfera di quanto basta sopra la traversa. Dagli sviluppi del corner ci prova Longo, ma il suo colpo di testa non crea nessun problema a Pane. È l’ultima azione offensiva della gara e all’86’ la scena è tutta per Doninelli, tornato in campo dopo l’infortunio al legamento crociato. Il pubblico sannita applaude intensamente il ritorno del “Principe” subentrato a Eusepi e i consensi dei tifosi si rinnovano al termine della gara, durante la quale il Benevento ha offerto uno spettacolo degno di una squadra che sta lottando per un qualcosa di importante.

 Paganese

PaganesePaganese