Benevento, nomade molesta derubava gli acquirenti



0

Giovane rumena derubava i clienti del centro commerciale a Benevento, distraendoli con dei portafortuna e un figlio minorenne

BENEVENTO. Una pregiudicata rumena di 23 anni, con la scusa di vendere dei portafortuna, non perdeva occasione per curiosare nelle borse della spesa dei clienti di un centro commerciale.

Ieri sera, i carabinieri di Benevento sono tornati al centro commerciale Carrefour in via dei Longobardi, dove hanno trovato la giovane nomade nullafacente, già pregiudicata per reati predatori.

Benevento

La ragazza è stata sorpresa mentre si aggirava nel parcheggio delle auto in sosta dove, accompagnata dal figlio minorenne, dopo avere adocchiato le persone che uscivano dall’edificio con buste voluminose, le seguiva; quando poi cominciavano a caricare le buste all’interno delle rispettive automobili, si avvicinava e – con fare arrogante, molesto e lamentoso – con la scusa di vendere dei portafortuna, gettava l’occhio all’interno delle borse e degli abitacoli delle auto alla ricerca di qualche oggetto da asportare, utilizzando il bambino come elemento di distrazione.

I carabinieri hanno individuato la giovane mentre era vicina ad una donna che caricava in auto le borse della spesa: intuendo cosa stava succedendo, sono rapidamente intervenuti fermando la nomade e conducendola nella caserma di Benevento.

In seguito agli accertamenti, è emerso che la giovane, residente in Romania e domiciliata nel quartiere di Secondigliano a Napoli, risultava interessata da vari precedenti giudiziari per furto aggravato, e soggetta a numerosi controlli delle Forze di Polizia in varie località della Campania.

Leggi anche