Cittadella 1 Benevento 0: decide una rete di Iori al 9′, i giallorossi chiudono in dieci



0
Benevento

Al Tombolato è una rete di Iori al 9′ a decidere la sfida play-off tra Cittadella e Benevento, ora entrambe quarte a quota 54 punti.

Il Benevento, dopo due vittorie consecutive, esce sconfitto per 1- 0 dal Tombolato di Cittadella. Ancora una volta i giallorossi iniziano in salita la gara visto che al 9′ i veneti sono già in vantaggio grazie alla rete del regista ex Chievo Manuel Iori, bravo a concludere un’azione confusa in area sannita.

Gl uomini di Venturato, forti del vantaggio, impostano una partita di rimessa cercando di approfittare di qualche ripartenza che potrebbe concedere un Benevento alla ricerca del pari.

Già al 13′ il Benevento va ad un soffio dal pari con Lucioni che arriva più in alto di tutti sul corner di Buzzegoli ma è solo il palo a strozzargli in gola la gioia del gol, sulla ribattuta arriva Ceravolo che però non riesce ad impattare la sfera. Alla mezz’ora sono ancora i giallorossi a rendersi pericolosi con Del Pinto che sfrutta al meglio un crossdalla destra di Ciciretti: la palla, dopo la respinta di Alfonso, balla per qualche secondo sulla linea di porta prima che un difensore granata provveda a spazzarla via.

Le ultime occazioni del primo tempo sono per Strizzolo, che tenta la conclusione verso Gori ma Pezzi chiude in angolo e, per Buzzegoli e Del Pinto, che tentano il jolly da lontano. Primo tempo che si chiude, pertanto, con il Benevento sotto uno a zero.

La seconda metà di gara inzia con un cambio tra le fila giallorosse, Baroni toglie Chibsah ed inserisce Eramo. Anche nella seconda frazione, come impone il risultato, è il Benevento a fare la gara. I giallorossi, però, sono giunti in Veneto con le polveri bagnate e non riescono quasi mai a trovare lo spiraglio giusto per impensierire la retroguardia granata. Spesso il gioco ristagna nel cerchio di centrocampo o comunque le azioni giallorosse si interromponono sulla trequarti veneta, dove i vari Ciciretti e Cissè non riescono quasi mai a sfondare. L’eccezione si ha intorno alla metà di tempo, quando proprio una triangolazione tra l’attaccante guineano ed il fantasista romano consente al diciannove giallorosso di conludere verso la porta difesa dall’ex Inter Alfonso, palla che però esce di un mezzo metro alla destra del portiere del Cittadella.

Nel Benevento entrano anche, nell’ordine, Melara per Del Pinto (giallorossi pertanto di nuovo con il 4-2-3-1) e Lopez per Pezzi, ma la situazione non cambia. I giallorossi, oggi eccessivamente imprecisi, continuano, erroneamente, ad affidarsi al lancio lungo o al cross dalla trequarti verso Ceravolo, che però, chiuso nella morsa tra Pelegatti e Scaglia, non la prende mai. La partita si innervosisce, il gioco subisce continue interruzioni a causa di piccoli falli a metà capmo. Proprio in uno scontro a metà campo a farne le spese è Ciciretti che, nell’intento di anticipare l’avversario, commette fallo da ammonizione, la seconda per lui oggi che pertanto lascia il campo con dieci minuti di anticipo.

Con l’uscita del dieci sannita, è Melara a spostarsi a destra in uno sprugiudicato 3-3-3 ma, purtroppo per il Benevento, non è proprio giornata e dopo 6 minuti di recupero la sfida del Tombolato va in archivio con il risultato di Cittadella 1 Benevento 0.

Una sconfitta quella in casa del Cittadella, che pur lasciando l’amaro in bocca alla truppa di Baroni, fa meno male visti i risultati del pomeriggio. Con le sconfitte di Bari, Perugia, Carpi, Entella ed il pareggio del Frosinone, i giallorossi conservano sempre la quarta piazza, in condivisione proprio con gli avversari odierni del Cittadella.

Mal comune mezzo gaudio diceva qualcuno.

 

Leggi anche