Parchi eolici, chiesto il rispetto la Direttiva Habitat CEE



0
row of wind turbines at dawn

Parchi eolici, il Fronte Sannita per la Difesa della Montagna, Altrabenevento ed il Comitato Pro Sannio invocano l’osservanza della Direttiva Habitat

“Nel periodo che va da aprile a giugno sono interdetti i lavori nelle aree oggetto di tutela da parte della Direttiva Habitat della CEE.

Il DPR n.357/1997 e successive modifiche, attuativo della Direttiva CEE “Habitat”, vieta infatti di catturare o uccidere esemplari delle specie protette nell’ambiente naturale, perturbare tali specie, in particolare durante tutte le fasi del ciclo riproduttivo o durante l’ibernazione, lo svernamento e la migrazione nonchè di raccogliere collezionare, tagliare, estirpare o distruggere intenzionalmente esemplari vegetali nella loro area di distribuzione naturale.

E’ in questo periodo, infatti, che avviene il ciclo di riproduzione della fauna e il passo dell’avifauna  migratoria, oltre alla fioritura delle specie vegetali.

Le disposizioni di legge richiamate e le singole autorizzazioni regionali impongono il divieto di eseguire lavori nel rispetto delle norme di tutela.

Poiché sono attualmente in corso i lavori per la costruzione dei parchi eolici nei Comuni di Circello,Santa Croce e Morcone, tutti compresi nelle aree del sito di importanza comunitaria denominato “Pendici Meridionali dei Monti Mutria”,  le suddette associazioni hanno provveduto a richiedere alle autorità competenti il rispetto della normativa comunitaria e nazionale e delle prescrizioni contenute nei singoli decreti autorizzativi regionali che impongono il fermo dei lavori a aprile a giugno.

Questo è quanto dichiarato in una nota congiunta da il Fronte Sannita per la Difesa della Montagna, Altrabenevento ed il Comitato Pro Sannio.

 

 

Leggi anche