Perugia – Benevento: i probabili ventidue in campo stasera

0
Perugia

Baroni ripropone il 4-2-3-1 ma deve fare i conti con l’emergenza in difesa; Perugia col dubbio del modulo ma con la certezza Di Carmine in avanti.

QUI PERUGIA – Il Perugia, reduce da tre risultati utili consecutivi impreziositi dall’exploit in casa dell’Avellino, letteralmente annichilito con un secco 5-0, è proprio ai margini della zona play-off occupando l’ultima casella utile. Bucchi, che per la sfida ai giallorossi ha recuperato sia Del Prete che Fazzi, è indeciso se schierare i suoi con una difesa a tre o a quattro e logicamente la scelta dell’assetto difensivo andrà ad indirizzare anche quella sul modulo: 3-4-2-1 oppure 4-3-2-1.

Ipotizzando una difesa a tre, dovrebbero comporre la retroguardia perugina Del Prete, l’ex Samp e Cesena Volta e Di Chiara, con Fazzi e Mustacchio esterni di un centrocampo che vedrà in Gnahorè e Brighi i due centrali. In avanti confermatissimo bomber Di Carmine.

PERUGIA (3-4-2-1): Brignoli; Del Prete, Volta, Di Chiara; Fazzi, Brighi, Gnahorè, Mustacchio; Nicastro, Terrani; Di Carmine. All. Bucchi.

QUI BENEVENTO – Dopo quattro gare senza vittoria, il Benevento cercherà di ritornare ai tre punti questa sera al Renato Curi contro i padroni di casa del Perugia. Per i giallorossi, alla carenza di risultati,  si aggiungono i problemi in infermeria. Ancora una volta, e per il Benevento quest’anno sta diventando una costante, saranno ben cinque gli elementi di cui dovrà fare a meno mister Baroni. Ma come se ciò non bastasse, a Cragno, Padella, Bagadur, Lopez e Puscas nemmeno convocati, bisogna aggiungere Venuti e Ceravolo non al meglio, con il laterale ex Brescia seriamente a rischio per questa sera, già allertato Gyamfi.

Assenze che, almeno in fase difensiva, lasciano ben poca possibilità di scelta a Baroni che con molta probabilità si affiderà ad una linea difensiva composta da Gyamfi, Lucioni, Camporese e Pezzi a protezione di Gori, nuovamente in campo dopo la gara in casa contro il Cittadella. Per il resto, nel rispolverato 4-2-3-1, l’unico dubbio del tecnico sannita risiede nella scelta del partner di Chibsah, con Buzzegoli e Viola (in vantaggio) a giocarsi una maglia. In avanti il solito terzetto dietro a Ceravolo che, seppur non al meglio, agirà come unica punta.

BENEVENTO (4-2-3-1): Gori; Gyamfi, Camporese, Lucioni, Pezzi; Chibsah, Viola (Buzzegoli); Ciciretti, Falco, Cissè; Ceravolo. All. Baroni.