Prelievo plurimo di organi al “Rummo”, è il primo del 2016

0
aderisce
L'ospedale "Rummo" aderisce a Cardiologie aperte

Il prelievo si è reso possibile grazie alla disponibilità della famiglia di una donna, deceduta per un’emorragia celebrale

 Primo prelievo plurimo di organi del 2016 all’Azienda Ospedaliera “Rummo” di Benevento. La donatrice, residente nella nostra provincia, è deceduta a causa di un’emorragia cerebrale.

Una volta completato il lungo e laborioso iter dell’accertamento di morte cerebrale, e a seguito della straordinaria disponibilità mostrata dai familiari, si è dato avvio alle lunghe pratiche previste dai protocolli internazionali.

prelievo
Prelievo plurimo di organi al “Rummo”, è il primo del 2016

Infatti, l’intera organizzazione, è una procedura complessa e delicata che coinvolge numerosissime persone tra medici, infermieri, tecnici, autisti e forze dell’ordine.

La fase di preventiva valutazione della idoneità degli organi è stata eseguita dai diversi specialisti del “Rummo” (neurologi, rianimatori, anatomopatologi, cardiologi, oculisti, radiologi, laboratoristi, medici di direzione sanitaria) che hanno manifestato, ancora una volta, un bell’esempio di intesa professionale e collaborazione multidisciplinare.

Sono giunte in città due equipe che, in collaborazione con gli operatori sanitari del “Rummo”, dopo attenta valutazione sulle condizioni dei diversi organi, hanno prelevato fegato e reni.

Il fegato è stato prelevato dall’apposita equipe pervenuta dal “Cardarelli” di Napoli e impiantato in altro ospedale partenopeo; i rene sono stati prelevati dal centro trapianti di Salerno, ma sono già in viaggio verso Palermo dove saranno impiantati, nel rispetto del registro nazionale dei trapianti.