Riapre al transito la SS 87

0
ss 97

Riapre al traffico la SS 87 “Sannitica” da Benevento a Campobasso; grazie all’intervento del Prefetto Galeone coadiuvata con la Protezione Civile della Prefettura

Riaprirà al traffico automobilistico, in maniera graduale, da domani 9 Aprila alle ore 15:00 la SS 87, la statale che collega Benevento e Campobasso. La strada, già danneggiata da smottamenti del terreno precedenti, fu chiusa definitivamente per cause naturali nel periodo dell’alluvione che colpì tutta l’area beneventana.

ss 87La circolazione avverrà sotto sretta sorveglianza dalle Forze dell’Ordine e dalla Protezione Civile, che in maniera controllata faranno gradualmente aumentare il flusso di traffico per portarlo poi nei prossimi fiornia pieno regime, come prima della chiusura. Le Autorità competenti si riservano il compito di chiudere la strada in caso lo ritengano necessario, sempre per garantire l’incolumità degli automobilisti che la percorrono; i parametri e i modi d’azione di cui terranno conto sono:

  • ss 87aggiornamenti costanti sulle previsioni meteorologiche forniti dal Centro Funzionale della Regione Campania all’Università del Sannio che opererà l’analisi dei dati acquisiti dal monitoraggio della frana;
  • l’invio, in tempo reale, ad ANAS ed al Comune di Torrecuso, di eventuali avvisi di allerta in caso di potenziale rischio per l’utenza stradale;
  • in caso di ricezione degli avvisi, si effettuerà l’immediata chiusura della SS87, eseguita dal personale dislocato in loco che, contemporaneamente, fornirà alla struttura di consulenza scientifica dell’Università del Sannio ogni possibile utile notizia sul dissesto idrogeologico, tramite apparati di comunicazione dedicati.

SS 372 km 52+100In caso la strada venisse nuovamente bloccata, si ripeterà di nuovo tutta la raccolta e l’analisi dei dati per controllare il cessato pericolo per la percorribilità del tratto. Come già accennato sopra, è in corso una serie di lavori che tenta di ripristinare il corretto e sicuro uso della strada in maniera definitiva, in quanto questo primo tentativo di riapertura è per cercare di limitarei disagi degli automobilisti che sono costretti a percorrere la “deviazione” che porta in strade più piccole e interne non adatte a sopportare la mole di traffico che attualmente le impegna.