Rifiuti tossici in provincia di Benevento, interrogazione parlamentare del M5S

0
rifiuti speciali

Rifiuti tossici in provincia di Benevento. Interrogazione  alla Commissione europea di Piernicola Pedicini e sei portavoce del M5s

Le operazioni di scavo effettuate nei terreni dei Comuni di Morcone, Tocco Caudio e Sant’Agata de’ Goti, da parte del Nucleo Investigativo della Polizia Forestale, hanno condotto al ritrovamento di rifiuti tossici. Per questo motivo, è stata interrogata la Commissione europea da Piernicola Pedicini e da altri sei portavoce eurodeputati del Movimento cinque stelle.

rifiuti tissici
Piernicola Pedicini

Dagli scavi che interessavano falde acquifere e diverse colture agrarie, sono emersi numerosi fusti, probabilmente tossici, sepolti tra i tre e i dieci metri di profondità, molti dei quali seriamente danneggiati; alcuni di essi, inoltre, sulle etichette presentavano la scritta “genklene“, la dicitura più nota del tricloroetano. Questa sostanza è stata bandita dal commercio per la sua pericolosità nel 1996, con l’emanazione del Protocollo di Montreal.

Una richiesta di aiuto è stata pronunciata da Pedicini e dagli altri sei eurodeputati del M5s che, durante l’interrogazione, hanno  invocato l’intervento della Commissione europea sulle autorità italiane: solo in questo modo i cittadini, così come il Parlamento europeo, potranno essere informati sullo stato delle operazioni di recupero e di smaltimento dei fusti sotterrati.

È importante, poi, mettere in luce anche i provvedimenti che sono stati presi per identificare gli autori degli interramenti e le misure che può intraprendere la Commissione per far pressione sulle autorità nazionali competenti, al fine di tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini residenti in questi territori.