Treno Napoli-Benevento: pendolari esasperati



0
treno napoli

Ieri viaggio avventuroso per i passeggeri del treno Napoli-Benevento. Partenza con ritardo di circa 40 minuti e rientro di fortuna in pullman dopo ore di attesa

Ai disagi della tratta ferroviaria, nota a tutti come Valle Caudina, si è “abituati” già da molti anni ormai, ma il rientro del pomeriggio di ieri 27 luglio per numerosi passeggeri è stato particolarmente avventuroso.

Il treno della MetroCampania delle 18:10, partito dalla Stazione Centrale di Napoli già con circa 40 minuti di ritardo, ha effettuato soltanto un breve percorso. Giunti alla stazione di Casalnuovo (NA), infatti, i passeggeri sono stati invitati a scendere dopo molti minuti d’attesa e – in seguito a momenti di smarrimento generale – costretti a percorrere diversi chilometri a piedi per raggiungere un pullman incaricato di accompagnarli alle rispettive destinazioni.

treno napoliOltre alle temperature elevate e alla stanchezza, il disagio è aumentato a causa del numero elevato di viaggiatori che ha reso necessario l’arrivo di un secondo pullman, rimandando ulteriormente la partenza. La vicenda si è conclusa con l’arrivo alla stazione di Benevento verso la mezzanotte, invece delle ore 19:30, come da orario giornaliero stabilito.

treno napoliA gran voce si sono fatti sentire malumore ed esasperazione dei passeggeri, molti dei quali sono pendolari abitudinari della Valle Caudina, stanchi dei ripetuti disagi e dei continui ritardi e soppressioni di treni, cui si è aggiunto lo spiacevole e assurdo episodio di ieri.

Leggi anche



Articolo precedenteStatale Telesina:continuano i dissesti
Prossimo articolo118 di Benevento: sentenza del Consiglio di Stato
Avatar
Ha conseguito la laurea triennale in Scienze Politiche con una tesi in lingua francese, e la laurea magistrale in Relazioni Internazionali con una tesi in Diritto Pubblico Comparato sull'evoluzione del principio di laicità nell'ordinamento giuridico turco (110 e lode). Ex membro della Croce Rossa Italiana, ama il cinema, le serie televisive e nutre una viscerale passione per la letteratura, soprattutto per gli autori spagnoli e latino-americani. Attualmente impegnata nello studio della lingua e cultura araba, sogna di coltivare il suo amore per la scrittura e di lavorare nel settore della comunicazione e delle relazioni esterne presso qualche organizzazione non governativa.