Violenza sessuale su 28enne casalinga, un arresto a Benevento



0

Prima la trattativa per la vendita dell’automobile, poi la proposta indecente rifiutata dalla donna – una casalinga 28enne – e il tentativo di violenza sessuale non consumatasi grazie alla resistenza della giovane beneventana

È accaduto a Ponte (BN). L’uomo è ora agli arresti domiciliari: già negli scorsi anni alcuni precedenti simili lo avevano reso noto alle forze dell’ordine del luogo, portandolo al cospetto dei PM.

violenza sessuale

I Carabinieri della Stazione di Ponte, a seguito della denuncia di una casalinga di 28 anni, nella corso della trascorsa nottata, hanno arrestato per violenza sessuale un operaio 50enne.

Gli accertamenti condotti dai militari  hanno permesso di verificare che l’uomo si era recato presso l’abitazione della donna alla ricerca del marito, un operaio 33enne, per trattare la compravendita di un automobile.

Non avendo riscontrato la presenza dell’uomo, il 50enne proponeva alla donna lo scambio dell’autovettura con un rapporto sessuale, ottenendone, però, un fermo diniego.

Al diniego della donna,  l’uomo, con mossa repentina, dopo averla spinta contro un muro dell’abitazione la palpeggiava insistentemente nelle zone intime per poi desistere dal suo atteggiamento a seguito della resistenza della donna che riusciva a spingerlo fuori dalla propria casa avvisando poi i Carabinieri.

Immediatamente intervenuti, i militari, dopo avere rasserenato e tranquillizzato la donna,  hanno dato inizio alle ricerche dell’uomo che veniva rintracciato e fermato presso la sua abitazione.

Una volta accertata la condotta tenuta dall’uomo, questi è stato poi accompagnato in caserma per il fotosegnalamento e gli accertamenti di rito dove è emerso che lo stesso era gravato da precedenti giudiziari per atti osceni e violenza privata.

Al termine delle verifiche, l’uomo è stato successivamente condotto dai Carabinieri presso la sua abitazione in regime di detenzione domiciliare così come peraltro disposto dal PM di turno presso la Procura della Repubblica di Benevento – Dr.ssa. Patrizia Filomena Rosa – subito informata dell’accaduto.

Leggi anche