Wormhole: viaggio tra arte e scienza con il live set di Oico feat. Tuhota



0

Wormhole è un set audio\video nato dall’incontro, tra affini diversità e la ricerca di un comune denominatore. Venerdì 14 aprile al Bukò Circolo Virtuoso.

Wormohole set di Oico e Tuhota si pone sul parallelo tra le possibi coordinate raggiungibili oltre l’altrove augurandoci che il limite sia ora il passaggio verso nuove derive dell’arte e del vivere“.

Chi è Oico, chi è Tuhota, cos’è un Wormhole?

wormholeOico all’anagrafe Matteo Martignoni (1988), specializzato in Composizione & Ricerca Sonora alla Saint Louis of Music di Roma, ha lavorato come sound designer per numerose fondazioni e enti su scala internazionale come la IODA Racing di Roma, Hanergy-museo dell’energia rinnovabile di Pechino e FIFA di Zurigo. Nel 2016 pubblica il suo ultimo album ‘A colourless universe’ con l’etichetta manyfeetunder, presentato dal vivo all’ept stage di Flussi Media Art Festival 2016- Minus Habens.

 

Tuhota aka. Flaviano Esposito (1989) si è specializzato in wormholeNuove Tecnologie dell’Arte, all’Accademia di Belle Arti di Napoli e ha lavorato nei laboratori di Username Art Agency, con il maestro Ninì Sgambati. Ha partecipato a installazioni di Video Projection Mapping e Festival, tra le quali “OVO” ,Certosa di Padula (SA) e Flussi Media Art Festival (AV). Ha esposto in mostre collettive quali “Verso” (NA), a cura di Mario Francesco Simeone e con il coordinamento scientifico di Angela Tecce.

Wormhole. Questo termine è stato coniato per indicare i tunnel spaziotemporali che (teoricamente) potrebbero collegare due buchi neri. Tali tunnel sarebbero creati dall’immensa forza gravitazionale dei buchi neri, e al loro interno lo spazio e il tempo (concetti strettamente correlati) sarebbero molto diversi da come li conosciamo. Secondo Kip Thorne e Michael Morris, fisici del CalTech, i “wormhole” si potrebbero usare per balzare da un punto all’altro dell’universo superando la velocità della luce. Recentemente, poi, il fisico britannico Stephen Hawking ha ipotizzato che siano una specie di macchina del tempo cosmica.

“Ogni singolo suono è contenuto nell’universo, nasce all’interno di esso e ritorna ad esso”.

Oico celebra quei suoni, li mette in nuovi universi, ruba le loro storie e racconta i loro sogni. La sua ricerca apre nuovi mondi infiniti e impossibili, come un pittore che cattura la realtà per darne indietro un artefatto.

Le immagini di Tuhota liberate dall’ibridazione tra le diversi discipline e i modi della rappresentazione, si ricompongono con l’approdo al Videoediting e alla Grafica Generativa. II calcolo e la rielaborazione in tempo reale dei dati in ingresso dalla audiosource, dissolvono il reale in codice binario.

Wormhole è un set audio\video nato dall’incontro, tra affini diversità e la ricerca di un comune denominatore. Il Wormhole come soglia sull’altrove è il legante tra i medium, oltre il quale riprendiamo a nominare le cose, a pensarle e a ridisegnare il reale.

“Questo altrove che abita la bellezza è qui,non è altrove mistico,
è piantato nella materialità del farsi del mondo.
Non possiamo fermarci a mezza strada. Il vuoto non è il limite, è un passaggio”. – A.Negri –

Appuntamento Venerdi 14 aprile al Bukò Circolo Virtuoso, per un viaggio tra arte scienza e tecnologia.

 

Leggi anche